Uno degli elettrodomestici più utili per tutte le mamme e i papà è sicuramente lo scaldabiberon: si tratta di un prodotto in grado di portare il latte alla temperatura desiderata in poco tempo, a differenza del classico bagnomaria che si utilizzava in sostanza.

In sostanza, il principio rimane immutato, ma cambiano le modalità e le tempistiche per scaldare la pappa ai nostri piccolini: vediamo insieme quali sono le tipologie principali per imparare a conoscerle e riuscire a scegliere lo scaldabiberon perfetto per noi e per i nostri bambini.

Lo scaldabiberon elettrico

La scelta dello scaldabiberon più classico ricade sempre sul modello elettrico, semplice e facile da utilizzare: si tratta, in sostanza, di un elettrodomestico dotato di un vano che consente di raggiungere la temperatura ideale per il latte da dare al proprio piccolo in pochissimo tempo. Questa tipologia di scaldabiberon consente di sapere in ogni momento se il raggiungimento della temperatura desiderata è avvenuto, grazie a un segnale acustico: in modelli ulteriormente evoluti si può trovare un piccolo display LCD sul quale leggere con costanza la temperatura del latte.

Scegliere questo scaldabiberon è indicato per genitori senza particolari pretese, che abbiano, semplicemente, la necessità di assicurare del latte caldo al proprio piccolo in qualsiasi circostanza: essendo un elettrodomestico molto piccolo, infatti, potrà essere portato con sé anche durante le trasferte in visita ai nonni o agli amici di famiglia.

Lo scaldabiberon elettrico a due vani

Gli scaldabiberon elettrici a due vani sono particolarmente indicati per quei genitori che abbiano avuto la grande fortuna di avere una bellissima coppia di gemelli: sono praticamente uguali, nel funzionamento, agli scaldabiberon standard, ma consentono di scaldare contemporaneamente due biberon pieni di latte.

I modelli più sofisticati consentono ai genitori di estrarre il cestello che potranno portare con sé durante la giornata in compagnia dei piccoli (o del piccolo), in quanto potrà funzionare da thermos e mantenere caldo il latte per molto tempo. Scegliere uno scaldabiberon a due vani è consigliato, ovviamente, ai genitori di gemelli, ma anche ai genitori in cerca di un metodo comodo e sicuro per avere del latte caldo a portata di mano in qualsiasi situazione.

Lo scaldabiberon per omogeneizzati

Per i bambini in fase di svezzamento o già svezzati, lo scaldabiberon per omogeneizzati è sicuramente il più indicato: la scelta dello scaldabiberon appartenente a questa categoria consente, infatti, di avere la pappa calda e pronta da consumare in ogni momento. Scegliere uno scaldabiberon di questo tipo è sicuramente consigliato a tutti i genitori in cerca di un modello “a lungo termine” e, ovviamente, ai genitori che abbiano la necessità di cambiare il proprio fidato scalda-pappe in vista del cambio delle necessità dei propri piccoli.

La scelta dello scaldabiberon riguarda, ovviamente, le proprie necessità di genitori e una considerazione delle necessità dei propri bambini: una caratteristica che accomuna quasi tutti i modelli di ultima generazione è quella di essere dotati di una presa o di un adattatore per poter collegare lo scaldabiberon all’accendisigari della propria auto, per garantire la sicurezza di avere sempre la pappa calda per i propri piccoli.


E tu, cosa ne pensi?

© 2017 Scaldabiberon